Pedagogia della disabilità 2010-11

Stanza di collaborazione della classe del corso di Pedagogia della disabilità (tit. O. De Sanctis) a cura di Floriana Briganti a.a. 2010-11 periodo marzo-maggio 2011


    15bis. Teoria: tecnologie invasive, iniziamo a conoscerle a rifletterci

    Condividi
    avatar
    Sorgente Simona

    Messaggi : 26
    Data d'iscrizione : 08.03.11
    Età : 28

    Re: 15bis. Teoria: tecnologie invasive, iniziamo a conoscerle a rifletterci

    Messaggio  Sorgente Simona il Mer Mag 04, 2011 5:58 pm

    IN aula la docente ha introdotto l'argomento sulle tecnologie invasive..Per tecnologia invasiva si intende un invasione del corpo umano.Per invasione si intende impianto.Il soggetto è invaso dal nuovo modo di essere.La prof.ha introdotto anche il concetto del "Paradigma dell'incompletezza.Il paradigna dell'incompletezza,è un nuovo modello che si basa sulla imperfezione dell'uomo.
    Come sarà l'uomo di domani?Secondo i transumanisti:migliore di quello di oggi,grazie alla scienza e alla tecnologia.In un certo senso i transumanisti esistono già.Sono tutti coloro che vivono grazie ai macchinari. I cardiopatici con il bypass sono cyborg per esempio.La concezione dei transumani è di vivere il più a lungo possibile,quindi preferiscono vivere in un corpo robotico.Il corpo robotico potrebbe durare millenni e non ha bisogno di ossigeno.
    Lo studioso Capucci si occupa di sistemi di comunicazione e di relazione tra tecnologie,cultura e società tra forme artistiche ,scienza e tecnologie.Tra le sue famose opere abbiamo:Il corpo tecnologico.
    IL libro spiega lo sviluppo delle tecnologie che convolgono tutti gli ambiti della nostra vita.Gli strumenti tecnologici influenzano il corpo a livello psicologico,fisico,culturale..Il libro si interroga sullo statuto del corpo in relazione alle tecnologie.
    avatar
    Alda Falco

    Messaggi : 23
    Data d'iscrizione : 04.03.11
    Età : 28
    Località : caivano

    le tecnologie invasive

    Messaggio  Alda Falco il Mer Mag 04, 2011 5:59 pm

    Abbiamo introdotto in aula le tecnologie invasive intese come invasione del corpo , nel quale vengono impiantati protesi tecnologici quali pacemaker , polmone artificiale ,orecchio bionico.
    Oggi la tecnologia come vediamo sta facendo passi enormi portando alla formazione del cyborg :organismo bionico formato da organi artificiali e biologici .
    Come dice lo stesso Capucci nel"corpo tecnologico "l'uomo nella sua totalità biologica , psicologica e fisica si lascia invadere positivamente e piacevolmente dalle protesi tecnologiche divenendo un habitat di esse .
    Granelli invece nel "sè digitale "mette in risalto il rapporto uomo-tecnologia , in quanto essa ha potenziato l'uomo , ha reso meno problematiche i suoi limiti e debolezze
    e ha atrofizzato i sensi e ha indebolito le relazioni umane.
    IO penso che le tecnologie invasive siano importanti perché grazie ad protesi tecnologiche come il polmone artificiale ... si possono aiutare delle persone mentre dall'altro lato credo che stiano invadendo il genere umano rendendo l 'uomo come dice Stelarc obsoleto ,sostituito dalla macchina .[b][strike][b][center]
    avatar
    Paola Pignatelli

    Messaggi : 27
    Data d'iscrizione : 08.03.11
    Età : 29
    Località : Napoli

    Re: 15bis. Teoria: tecnologie invasive, iniziamo a conoscerle a rifletterci

    Messaggio  Paola Pignatelli il Mer Mag 04, 2011 6:35 pm

    Per tecnologia invasiva si intende: un invasione del corpo umano.
    Nelle teconologie invasive vi è un nuovo individuo che continua a mantenere la sua identità ma è un ciborg è impanto nel suo essere reale .
    Per Caronia il ciborg è il nostro avatar ; Il ciborg è un essere mezzo uomo e mezzo tecnologia che possiede delle protesi ad esempio un orecchio bionico o un braccio impiantato oppure un corpo nuovo e robotico !!!!!
    Le protesi migliorano le condizioni dell' uomo e lo fanno vivere meglio permettendogli di compiere delle azione che non riuscirebbe a fare da SOLO!!!!!

    avatar
    Arianna Prato

    Messaggi : 28
    Data d'iscrizione : 03.03.11
    Età : 29
    Località : mugnano

    15bis. Teoria: tecnologie invasive, iniziamo a conoscerle a rifletterci

    Messaggio  Arianna Prato il Mer Mag 04, 2011 6:43 pm

    In questa lezione abbiamo iniziato a parlare di tecnologia invasiva.Con questo termine si intende una tecnologia che invade il corpo umano.
    L’uomo,negli ultimi anni,si serve di queste tecnologie in modo sempre maggiore.Un esempio riportatoci in aula di tecnologia invasiva può essere considerato X-Man,dove il protagonista ha degli artigli alle mani.
    L’uomo ricorrendo a questo tipo di tecnologia,spesso,non è consapevole di quelli che potrebbero essere i rischi a cui va incontro quando esse invadono in modo eccessivo il nostro corpo.Quest’ultimo viene,così,soprannominato Cyborg.
    Uno dei primi a parlare di tecnologie invasive fu Andrea Granelli,il quale ha affermato che "l'uomo è un essere manchevole e si completa con la tecnolgia".
    avatar
    Imma Malerba

    Messaggi : 26
    Data d'iscrizione : 03.03.11
    Età : 28

    Re: 15bis. Teoria: tecnologie invasive, iniziamo a conoscerle a rifletterci

    Messaggio  Imma Malerba il Mer Mag 04, 2011 6:45 pm

    Oltre ad aver parlato delle tecnologie integrative e delle tecnologie estensive
    in aula abbiamo cominciato a parlare anche delle tecnologie INVASIVE.
    La tecnologia è definita invasiva quando è intesa come una invasione del corpo umano,
    ed il termine invasione può avere notevoli varianti perchè può equivalere ad occupazione,conquista,assalto,presa ma anche devastazione e sconquasso.
    Quindi le tecnologie invasive raccontano di questo individuo che non sdoppia nel digitale,ma è CYBORG,ossia impianto nel suo essere reale.
    Esempio di tecnologia invasiva:
    avatar
    orsola maria ferraro

    Messaggi : 28
    Data d'iscrizione : 03.03.11
    Età : 34
    Località : napoli

    Re: 15bis. Teoria: tecnologie invasive, iniziamo a conoscerle a rifletterci

    Messaggio  orsola maria ferraro il Mer Mag 04, 2011 7:11 pm

    La tecnologia è invasiva quando è intesa come invasione del corpo umano.
    Il corpo non è più un modello da riprodurre artificialmente,ma è il terreno delle nuove sperimentazioni.E'il soggetto invaso,e protagonista del nuovo modo di essere e comunicare.Le tecnologie invasive raccontano di questo nuovo individuo che non si sdoppia nel digitale ma è cyborg,è impianto nel suo essere reale.
    La cibernetica studia il controllo e la comunicazione fra gli esseri viventi e le macchine.
    Il termine ha un significato complesso.Il primo che ha inaugurato tale definizione fù Norbert Wiener.La cibernetica intende raggiungere come unico obiettivo macchine artificiali che abbiano le stesse prestazioni del cervello umano.
    Con la cibernetica e l'intelligenza artificiale subentra la possibilità che le macchine possano pensare,cyborg significa"organismo cibernetico:è stato coniato nel 1960 da Manfred E.Clynes.
    Parlare di cyborg include numerosi aspetti dell'unione tra uomo e tecnologico.Il confine tra essere umano e cyborg è sempre più sfumato,basti pensare ai progressi delle tecnologie applicate alle protesi e agli organi artificiali.Esistono diverse creature artificiali le cui caratteristiche si intersecano e si confondono nella definizione di cyborg e sono:umanoide,androide,robot,quest'ultimo è una macchina che svolge una funzione prima operata dall'uomo esempio nel caso delle operazioni standard riprodotte nelle industrie.Le grandi invenzioni della meccanica,come pure i vestiti,la casa,hanno sempre cercato di soddisfare un'unica grande esigenza:poter fare di più o meglio,con minore fatica.
    Le lavatrici,gli eletrodomestici,sono robot.
    E'detto invece umanoide:qualsiasi oggetto o essere vivente con una forma analoga a quella dell'essere umano.Umanoide può essere anche una maschera che non comprenda elementi robotici.
    Un robot con sembianze umane nei movimenti e nella forma è detto "androide",quest'ultimi sono quindi robot umanoidi somiglianti all'essere umano.
    Anche Naief Yehya,nel testo Homo cyborg ci propone una ripartizione.Il cyborg si distingue da altri prototipi.La differenza tra il cyborg e l'androide sta nella quantità di parti tecnologiche e organiche,e in certi casi umane.Nel cyborg si includono tutti gli impianti tecnologici che hanno consentito completamenti artificiali non solo nell'immaginario fantascientifico, ma anche nella realtà,nell'evoluzione scientifica(medicina,chirurgia,biotecnologia).
    Parlare di cyborg include numerosi aspetti dell'unione tra umano e tecnologico....

    Admin
    Admin

    Messaggi : 58
    Data d'iscrizione : 02.03.11

    LA DOCENTE

    Messaggio  Admin il Mer Mag 04, 2011 7:31 pm

    una precisazione, il paradigma dell'incompletezza si trova nel testo di Marchesini (cap. 1) sul Postumano, ecco dove potete leggere alcuni articoli
    su questo argomento:
    http://www.estropico.com/id96.htm
    http://www.estropico.com/id97.htm

    complimenti a tutti!
    la DOCENTE

    valentina chiummariello

    Messaggi : 21
    Data d'iscrizione : 04.03.11
    Località : napoli

    le tecnologie invasive

    Messaggio  valentina chiummariello il Mer Mag 04, 2011 7:56 pm

    in aula si è arrivatia d affrontare, il tema delle teconologie invasive, per teconologia invasiva si intende un invasione del corpo umano, per invasione si intende impianto.è sttao introdotto il PARADIGMA DELL'INCOMPLETEZZA di GEHELEN, che afferma che l'uomo come specie è da un punto di vista biologico incompleto, e che l'uomo si completa attraverso la cultura, e la teconologia.possiamo citare come esempio di teconologia invasiva l'immagine mostrataci dalla profesoressa di un uomo che si è fatto impiantare degli artigli.abbiamo poi introdotto il libro IL CORPO TECONOLOGICO di CAPUCCI,in questo testo il corpo si lascia invadere nella sua totalità psicologica,biologica, e fisica dalle nuove proposte tecnologiche.infine secono i transumanistil'uomo di domani sraà migliore di quello di oggi.i transumanisti sono tutti coloro che vivono grazie ai macchinari.la loro concezioneè di vivere il più a lungo possibile, e solo un corpo invaso dalal teconologie, potrebbe vivere per molto tempo.
    avatar
    carmen viscovo

    Messaggi : 23
    Data d'iscrizione : 03.03.11
    Età : 33
    Località : Portici

    Re: 15bis. Teoria: tecnologie invasive, iniziamo a conoscerle a rifletterci

    Messaggio  carmen viscovo il Mer Mag 04, 2011 8:29 pm

    Nella lezione precedente abbiamo introdotto il tema dell "Tecnologie invasive".La tecnologia è invasiva quando è intesa come una invasione del corpo umano.In questo caso parliamo di invasione come un impianto.Le nuove tecnologie dell'informazione e della comunicazione entrano,in modo invasivo ed invisibile,nelle cose e le rendono interattive,intelligenti,animate,pensanti.La tecnologia si avvicina a tal punto all'uomo,al suo corpo,alle sue capacità sensoriali e cognitive da scomparire ,da diventare invisibile,mutando radicalmente la natura del rapporto tra l'uomo e l'artificiale.Quindi le tecnologie invasive raccontano di questo nuovo individuo che non si sdoppia nel digitale,ma è cyborg,è impianto nel suo essere reale.La Cibernetica intende raggiungere l'obiettivo di creare macchine artificiali che abbiano le stesse prestazioni del cervello umano.Esistono diverse creature artificiali le cui caratteristiche si intrinsecano e si confondono nella definizione di Cyborg e sono:umanoide,androide e robot.UMANOIDE:qualsiasi oggetto o essere vivente con una forma analoga a quella dell'essere umano.L'ANDROIDE:un robot con sembianze umane nei movimenti e nella forma.Differisce dal Cyborg,il quale è costituito da parti biologiche oltre che artificiali.ROBOT:indica una qualsiasi macchina di forma più o meno antropomorfa,in grado di svolgere più o meno indipendentemente un lavoro al posto dell'uomo.

    antonia trinchillo

    Messaggi : 22
    Data d'iscrizione : 07.03.11

    Re: 15bis. Teoria: tecnologie invasive, iniziamo a conoscerle a rifletterci

    Messaggio  antonia trinchillo il Mer Mag 04, 2011 9:04 pm

    Lunedi abbiamo iniziato la lezione delle tecnologie invasive,la professoressa ha spiegato che si parla di tecnologie invasive quando le tecnologie invadono il corpo umano cioè qualcosa che si trova dentro al corpo ma non si toglie.Fino a pochi anni fa non si parlava di corpo tecnologico,il primo ad usare tale termine è stato Cappucci,con lui abbiamo visto la visione positiva cioè si guarda con un occhio positivo,come un aiuto all'essere umano.Le tecnologie invasive permettono una vera e propria trasformazione del corpo umano,per me questa nuova tecnologia è stata molto importante ed è servita molto all'uomo.

    Loffredo Michela

    Messaggi : 25
    Data d'iscrizione : 06.03.11
    Età : 29

    Re: 15bis. Teoria: tecnologie invasive, iniziamo a conoscerle a rifletterci

    Messaggio  Loffredo Michela il Mer Mag 04, 2011 9:22 pm

    Oggi in aula la prof. Briganti ci ha introdotto il tema sulle tecnologie invasive.
    Ancora una volta il protagonista di questo tema è il corpo umano che non è più un modello da riprodurre artificialmente,ma è il terreno delle nuove sperimentazioni,è la materia prima del mutamento.Queste tecnologie invasive raccontano di questo nuovo individuo,che non si sdoppia nel digitale,ma è cyborg,è impianto nel suo essere reale.La tecnologia è invasiva quando è intesa come invasione del corpo umano.Caronia nel suo testo "Cyborg" parla di un cyber-organo,cioè quando l'uomo diventa una cosa sola con l'elaboratore elettronico,sostenendo che molte persone rifiutano queste tecnologie.Il termine cyborg significa cybernetic organism,cioè organismo cibernetico e indica l'unione di elementi artificiali con un organismo biologico.E' stato coniato da Clynes che insieme a Nathan cercava di definire un uomo "migliorati" in grado di sopravvivere in un atmosfera extraterrestre.
    Anche Naief Yehya nel suo testo "Cyborg" dice che il cyborg si distingue da prototipi come:umanoide,androide e robot.Il robot è una macchina che svolge un lavoro al posto dell'uomo;l'umanoide è qualsiasi oggetto o essere vivente con una forma analoga,somigliante a quella dell'essere umano;ed infine gli androidi che sono robot umanoidi somiglianti all'essere umano che si distinguono dal cyborg,infatti questi ultimi sono costituiti sia da parti biologiche,sia da parti artificiali.
    Secondo me, le tecnologie invasive sono positive perchè grazie all'impianto di protesi alle gambe,agli arti,al seno permettono di sostituire pezzi difettati con elementi di robotica.
    avatar
    annapiro

    Messaggi : 23
    Data d'iscrizione : 04.03.11

    Re: 15bis. Teoria: tecnologie invasive, iniziamo a conoscerle a rifletterci

    Messaggio  annapiro il Mer Mag 04, 2011 9:33 pm

    Le tecnologie invasive sono degni impianto incarnati,un corpo tecnologico che invade il copro umano,è definito post-umano/organico in quanto trasformazione,ovvero tutto cio’ che va oltre o dopo la natura,organi danneggiati che vengono rimpiazzati con ricambi cibernetici fino a diventare un identità ben diversa da quella naturale.
    Vi è però una sottile distinzione,tra le tecnologie invasive con quelle integrative,se nelle prime vi è la tecnologia come intromissione di un impianto nel corpo è nella seconda che ritroviamo il vero significato e sussidio per l’uomo di tale tecnologia,perché esse integrano una parte del corpo,per poter integrare un abilità persa o mai avuta!!!!come dimostra Pistorius.
    Ma questa distinzione sembra trasparire,in quanto questi due mondi tecnologici sembrano quasi appartenere l’uno all’altro,se pensiamo ad esempio il film “robocop”è esempio di questo assemblaggio in quanto un poliziotto in fin di vita per sopravvivere viene trasformato in un robot (tecnologie invasive),ma il suo corpo sopravvive grazie ai suoi organi vitali che lo rendono umano,ma il suo corpo è composto da protesi che lo abilitano (tecnologia integrativa).
    Penso che la distinzione di queste tecnologie sta nell’utilizzo di esse.

    Maria Luisa Ceriello

    Messaggi : 26
    Data d'iscrizione : 09.03.11

    15.Bis. Teoria:Tecnologie invasive,iniziamo a conoscere a rifletterci

    Messaggio  Maria Luisa Ceriello il Mer Mag 04, 2011 9:46 pm

    Quando parliamo di invasione,pensiamo ad un impianto,ed è il soggetto ad essere invaso,da una protesi.La tecnologia in questo caso è intesa come intromissione nel corpo e tutto ciò per rendere meno problematici i suoi limiti e le sue debolozze.Certo è che la tecnologia sta modificando il corpo umano,ha permesso nuove forme di vita,quindi parliamo di un nuovo individuo che è cyborg,un essere mezzo uomo e mezzo tecnologia,cioè possiede un innesto o una protesi o si parla anche di prodotto di un lavoro genetico che genera bambini nati in provetta.Per cui,quando parliamo di una persona dotata di pacemaker,potrebbe corrispondere alla definizione di cyborg....io penso che la tecnologia abbia fatto grandi progressi e se è arrivata a tutto questo è solo per camminare di pari passo con l'uomo,il quale pensa ad un futuro migliore e positivo rispetto al passato,quindi credo che sia al quanto positivo poter pensare che ci siano impianti tecnologici che consentono completamanti artificiali,anche nella realtà.
    avatar
    dianascione

    Messaggi : 21
    Data d'iscrizione : 08.03.11

    Re: 15bis. Teoria: tecnologie invasive, iniziamo a conoscerle a rifletterci

    Messaggio  dianascione il Mer Mag 04, 2011 9:56 pm

    In aula abbiamo accennato alla tecnologie invasive.Ossia impianti che vengono introdotti nel corpo umano per sopperire ad alcune mancanze del corpo stesso,come per esempio le protesi.
    In medicina, una protesi è un dispositivo artificiale atto a sostituire una parte del corpo mancante (un arto, un organo o un tessuto), o a integrare una danneggiata.
    Le protesi possono essere prodotte su misura (ad esempio protesi dentarie o ortopediche) o in serie (ad esempio valvole cardiache).
    le tecnologie invasive sono dei "meccanismi" che invadono il corpo,prendendo il posto della parte mancante.
    Senza dubbio molto utili.


    MariaVerrone

    Messaggi : 25
    Data d'iscrizione : 03.03.11
    Età : 29
    Località : Sant' Antimo

    Re: 15bis. Teoria: tecnologie invasive, iniziamo a conoscerle a rifletterci

    Messaggio  MariaVerrone il Mer Mag 04, 2011 10:54 pm

    In questa lezione abbiamo trattato come argomento le TECNOLOGIE INVASIVE,intese come una invasione del corpo umano attraverso l'utilizzo di nuove tecnologie o protesi. L'individuo è un cyborg come lo definisce CARONIA nel suo saggio "sull'uomo artificiale".Il primo a parlare di tecnologie invasive fu ANDREA GRANELLI,il quale affermava che l'uomo è un essere manchevole e si completa con la tecnologia. Queste tecnologie invasive permettono una trasformazione del corpo umano e la maggior parte di esse sono importanti e possono servire all'uomo.

    teresa d'andrea

    Messaggi : 22
    Data d'iscrizione : 08.03.11
    Età : 28
    Località : Frattaminore

    15bis Teoria:tecnologie invasive

    Messaggio  teresa d'andrea il Mer Mag 04, 2011 11:00 pm

    Le tecnologie invasive sono viste come invasioni del corpo volte,come diceva Cappucci,a migliorare la vita dell'uomo.
    Non si tratta più soltanto di usare gli artefatti tecnologici ma di accoglierli all'interno del corpo biologico diventando un tutt'uno,come i pacemaker.
    Io sono a favore con tali tecnologie perchè possono portare importanti contributi alla vita umana e soprattutto possono essere d'aiuto alle persone che ne hanno veramente bisogno.
    avatar
    Ioffredo Veronica

    Messaggi : 25
    Data d'iscrizione : 08.03.11

    Re: 15bis. Teoria: tecnologie invasive, iniziamo a conoscerle a rifletterci

    Messaggio  Ioffredo Veronica il Mer Mag 04, 2011 11:25 pm

    Per quanto concerne il rapporto tra corpo e le tecnologie bisogna dire che esistono tre tipi di tecnologie:
    integrative, estensive e invasive.
    Le tecnologie integrative sono delle protesi aggiuntive e si dividono in:
    la tecnologia come integrazione del corpo, un esempio nel campo della disabilita sono le protesi per lo sport, come quelle utilizzate da Pistorius in fibra di carbonio;
    la tecnologia come miglioramento (protesi estetiche)
    la tecnologia come potenziamento (le protesi organiche)
    le tecnologie abilitanti (il computer e il sostegno)

    le tecnologie estensive invece sono delle protesi immateriali, delle estensioni corporee dell’uomo. La tecnologia estensiva è quella che ha a che fare con il mondo virtuale per esempio il telefono che è estensione della voce oppure il telescopio che è estensione della vista e così via.

    Le tecnologie invasive invece invadono il corpo biologico, sono dentro di esso. Qui parliamo di impianti. Un esempio può essere il cyborg.
    Oggi, rispetto alle tecnologie del passato, è presente una caratteristica nuova che i due elementi corpo e oggetto tecnologico si combinano a vicenda. Il corpo molto probabilmente dovrà imparare a convivere con organi artificiali e protesi meccaniche. Non si tratta piu di usare gli artefatti tecnologici, ma di accoglierli all’interno del corpo biologico.
    Uno dei primi a parlare di corpo tecnologico è stato Capucci dove nel suo testo intitolato per l’appunto “il corpo tecnologico” parla degli strumenti tecnologici e i loro artefatti, che influenzano il corpo a vari livelli, generando in tal modo una nuova realtà antropocentrica .
    Addirittura Gehlen nella sua opera “L’uomo. La sua natura e il suo posto nel mondo” sostiene che l’uomo è organicamente un essere manchevole, e che queste sue inadeguatezze biologiche vengono compensate attraverso la tecnologia.
    Io personalmente ritengo che l’utilizzo di queste forme di tecnologie sia un passo avanti per l’umanità, ma come per ogni cosa non se ne deve fare un abuso o un uso incontrollato.

    avatar
    Tommasina Formicola

    Messaggi : 26
    Data d'iscrizione : 03.03.11
    Età : 29
    Località : Torre Del Greco

    15bis. Teoria: tecnologie invasive, iniziamo a conoscerle a rifletterci

    Messaggio  Tommasina Formicola il Gio Mag 05, 2011 8:51 am

    Lunedì in aula abbiamo iniziato a parlare delle tecnologie invasive.
    Precedentemente abbiamo studiato quelle estensive ed integrative. La tecnologia invasiva è sostanzialmente intesa come un'invasione del nostro corpo.Al contrario di quella integrativa,con l'aggiunta di protesi come ad esempio il caso sportivo di Pistorius.Le tecnologie invasive diventano un tutt'uno con il corpo biologico.
    Il confine tra ESSERE UMANO e CYBORG è sempre più sfumato,basti pensare ai progressi delle tecnologie applicate,alle protesi e agli organi artificiali.Anche un portatore di Pacemaker potrebbe infatti corrispondere alla definizione di Cyborg.
    La differenza tra Robot,Androide e Umanoide è:

    -Il robot è una macchina che può essere in grado di sostituire un lavoro al posto di un uomo. Nell'industria,una sola macchina è stata capace di sostituire il lavoro di tanti operai.

    -L'androide è un robot privo di elementi organici. Può avere sembianze umane nei movimenti.

    -L'umanoide invece può essere un soggetto o essere vivente con forma analoga somigliante e assimilabile a quella dell'essere umano.

    Quindi diciamo che gli androidi sono robot umanoidi somiglianti all'essere umano e a volte possono risultare indistinguibili per l'uomo.
    Si distinguono invece dai Cyborg poichè quest'ultimi sono costituiti da parti biologiche oltre che artificiali.
    I Cyborg non sono inclusi:Umanoide,Androide,Robot.

    Arnold Gehlen afferma che le inadeguatezze dell'uomo vengono compensate mediante le nuove tecnologie.Grazie a queste nuove tecnologie che tante persone affette ad esempio da problemi uditivi,vengono aiutate grazie a speciali apparecchi acustici che amplificano i suoni e permettono a queste persone di migliorare la qualità della loro vita.
    Per non parlare poi dei Pacemaker o dei Cuori Artificiali senza i quali molte persone affette da problemi cardiaci non potrebbero sopravvivere. In questo caso che ben venga il progresso tecnologico Smile ^__^ I love you

    cristiane iodice

    Messaggi : 26
    Data d'iscrizione : 21.03.11
    Età : 31
    Località : portico di caserta

    tecnologie invasive

    Messaggio  cristiane iodice il Gio Mag 05, 2011 9:48 am

    La tecnologia viene sviluppata per potenziare la capacità dell’ uomo o per rendere meno problematici i suoi limiti o le sue debolezze. Col termine tecnica s’ intende sia l’ universo dei mezzi tecnologie sia la razionalità necessaria per un loro utilizzo in termini di funzionalità ed efficienza.

    Non possediamo completamente la tecnica, che ha sostituito la natura che ci circonda e costituisce oggi l’ ambiente nel quale viviamo. Come sostiene Cappucci , l’essere umano si lascia invadere piacevolmente e positivamente dalle nuove proposte tecnologiche divenendo un habitat di esse. tecnologia invasiva intesa come l’ invasione del corpo umano.l' uomo si sento un tutt 'uno con esse, che gli consentono di vivere meglio.

    federicanobile

    Messaggi : 25
    Data d'iscrizione : 07.03.11

    Re: 15bis. Teoria: tecnologie invasive, iniziamo a conoscerle a rifletterci

    Messaggio  federicanobile il Gio Mag 05, 2011 12:47 pm

    LUNEDI SCORSO IN AULA ABBIAMO INIZIATO A PARLARE DELLE TECNOLOGIE INVASIVE E QUESTE A DIFFERENZA DELLE TECNICHE INTEGRATIVE,CHE RIESCONO AD AIUTARE UOMINI COME PISTORIUS GRAZIE A DELLE APPOSITE PROTESI,ENTRANO AD INVADERE IL CORPO UMANO PER MIGLIORARE LA VITA DI ESSO.
    avatar
    maria martina femiano

    Messaggi : 29
    Data d'iscrizione : 04.03.11

    Re: 15bis. Teoria: tecnologie invasive, iniziamo a conoscerle a rifletterci

    Messaggio  maria martina femiano il Gio Mag 05, 2011 4:06 pm



    Credo che in questo film possiamo ritrovare sia le tecnologie estensive,sia quelle integrative che quelle estensive...
    avatar
    maria martina femiano

    Messaggi : 29
    Data d'iscrizione : 04.03.11

    Re: 15bis. Teoria: tecnologie invasive, iniziamo a conoscerle a rifletterci

    Messaggio  maria martina femiano il Gio Mag 05, 2011 4:14 pm

    Per tecnologie invasive intendiamo un'invasione del corpo umano.Il termine invasione in questo caso è inteso come impianto, che può assumere varianti: collocazione,installazione,allestimento.
    Ecco che il corpo non è più un modello da riprodurre ma un terreno su cui sperimentare e le tecnologie invasive raccontano proprio di questo nuovo corpo associato al cyborg.
    avatar
    rachele.carbone

    Messaggi : 32
    Data d'iscrizione : 03.03.11
    Età : 27
    Località : lusciano

    Re: 15bis. Teoria: tecnologie invasive, iniziamo a conoscerle a rifletterci

    Messaggio  rachele.carbone il Gio Mag 05, 2011 6:37 pm

    L’uomo nel corso della sua vita arriva a sentirsi insoddisfatto,incompleto e fa ricorso alla tecnologia invasiva,adottando un impianto nel suo essere reale e così fa contaminare il proprio corpo con il mondo tecnologico.
    L’innovazione tecnologica ha fatto entrare l’umanità in una nuova era,servendosi non solo dello sviluppo biologico,ma anche informatico. L'associazione delle tecnologie informatiche e delle tecnologie di comunicazione dà origine alla telematica che permette di trattare e trasmettere l'informazione istantaneamente. Essa è davvero il nuovo «sistema nervoso delle società contemporanee»della biologia.
    Si costruiscono attualmente macchine la cui capacità di risolvere i problemi è tale che si parla a loro proposito di «intelligenza artificiale».
    In campo delle tecnologie invasive grande contributo l’ha avuto anche la Cibernetica la quale ha cercato di creare macchine umane,che hanno le stesse prestazioni del cervello umano e così subentra la possibilità che le macchine possano pensare.
    Come dice Capucci la tecnologia tendono a essere supporti delle idee che l’individuo ha per soddisfare le proprie aspettative.
    Un altro esempio è ciò che dice Caronia quando ci parla di computer come cyborg-organico,ossia quando l’uomo diventa una sola cosa con l’elaboratore elettronico.
    Nasce il robot,ossia una macchina che svolge una funzione prima operata dall’uomo,per poi svolgere lo stesso lavoro al posto dell’uomo,con l’intento di fare di più o meglio,idealmente con minore fatica.
    avatar
    Maria Scotto di Cesare

    Messaggi : 30
    Data d'iscrizione : 04.03.11
    Età : 29

    Re: 15bis. Teoria: tecnologie invasive, iniziamo a conoscerle a rifletterci

    Messaggio  Maria Scotto di Cesare il Gio Mag 05, 2011 6:50 pm

    Cosa sono le tecnologie invasive???Sono particolari tecnologie intese come,vero e proprio,invasione del corpo.Praticamente sono tecnologie che hanno conquistato o talvolta devastato,il corpo umano.Il corpo e' quindi punto di riferimento per il vero cambiamento.Non si parla quindi di Avatar,che e' qualcosa aldila' di me stesso,ma ,in questo caso,e' proprio "il me stesso" che cambia e si migliora.L'individuo quindi e' cyborg,cioe' ha la tecnologia impiantata nel corpo reale.Come non ricordare e conoscere "Eduard mani di forbici"?E "Terminator"???Il termine cyborg (anche organismo bionico), indica l'unione costituita da elementi artificiali e un organismo biologico.
    Il termine è nato nell'ambito della medicina e della bionica, pur avendo avuto maggior successo nell'immaginario fantascientifico (Wikipedia).Quindi possiamo liberamente dire che il confine tra essere umano e cyborg e' davvero sottile.Oggi possiamo fare riferimento alle persone che ricorrono all'utilizzo di protesi applicate o ad organi artificiali.Gia' il cosiddetto pace-maker potrebbere essere allegato alla definizione di cyborg.Penso che come ogni cosa al mondo,vi siano lati positivi e negativi nell'adoperare queste nuove tecnologie.Grazie al pace-maker o al bye-pass,moltissime persone hanno salvato la loro vita.Altre invece fanno uso improprio di questa grande oppurtunita' e non mi sembra,talvolta,davvero necessario.Concludo sdrammatizzando con simpatiche e inverosimili immagini....

    url=http://www.servimg.com/image_preview.php?i=21&u=16352516][/url]



    avatar
    Leone Ida

    Messaggi : 30
    Data d'iscrizione : 04.03.11
    Età : 28
    Località : Mondragone

    LE TECNOLOGIE INVASIVE

    Messaggio  Leone Ida il Gio Mag 05, 2011 7:35 pm

    Un altro argomento che la prof.ci ha illustrato è stato quello delle tecnologie invasive.Esse sono intese come un invasione del corpo umano,e quando si parla di invasione si pensa sempre ad un impianto.Oramai la tecnologia con il passare degli anni sta modificando il corpo umano,trasformando molte azioni che si svolgono quotidianamente.Infatti come viene citato nel libro Corpo Tecnologie e Disabilità" Il corpo non è più un modello da riprodurre artificialmente ma è il terreno delle nuove sperimentazioni, è la materia prima del mutamento". Non si tratterà più di usare gli artefatti, ma accoglierli all'interno del proprio corpo biologico e come afferma Arnold Gehlen: "L'uomo è organicamente l'essere manchevole" un essere incompleto che si completa con la cultura attuale. Cocludo dicendo che bisogna scindere le tecnologie invasive positive dalle tecnologie invasive negative. In quanto reputo positivo l'impianto di una mano ad una persona che ha avuto una amputazione e grazie ad essa puo vivere meglio, però reputo negativo l'impianto degli artigli di X-MAN. Quindi bisogna fare molta attenzione a distinguere ciò che è bene da ciò che è male.

    Contenuto sponsorizzato

    Re: 15bis. Teoria: tecnologie invasive, iniziamo a conoscerle a rifletterci

    Messaggio  Contenuto sponsorizzato


      La data/ora di oggi è Mar Mag 22, 2018 11:46 am